Visite dal primo febbraio 2017

venerdì 30 dicembre 2016

Smarronate giornalistiche doc

Riprendiamo la nostra "carrellata" su alcune smarronate che la stampa continua a "propinarci". Cominciamo (anzi  ri... cominciamo) dall'avverbio "meno", tremendamente errato, nelle frasi disgiuntive, nell'accezione di "no": la commissione deve decidere o meno se approvare l'emendamento. La forma italianamente corretta è "decidere o no". Non si decide "di piú " o "di meno". Si decide e basta. Quindi: si decide o no. Come il solito, molte cosí dette grandi firme cadono in questa  smarronata. A proposito, chi sono le "grandi firme"? Quelle che un tempo dal salotto di Maurizio Costanzo pubblicizzavano i loro libri tra un consiglio per gli acquisti e l'altro, cioè tra un aspirapolvere e un dentifricio? Ma andiamo avanti. Il "la", nota musicale, non si accenta mai. Un grande "opinionista" ha scritto che "il segretario del partito ha dato il là alle consultazioni". Il "là" - lo ricordiamo - si accenta solo quando ha valore avverbiale: fatti piú in là. Ancora. Il verbo impartire  significa "dare", "distribuire tra due o piú persone", non si può adoperare nell'accezione di "concedere". Il generale impartisce (cioè "dà") gli ordini; il presidente della repubblica, invece, concede la grazia, non la "impartisce". Ci è capitato di leggere anche questa orribile smarronata, scritta da una  "firma" che si picca di... fare la lingua. Ma forse voleva dire una "boccaccia linguistica".

--------
I lettori che ravvisino strafalcioni orto-sintattico-grammaticali in testi giornalistici possono scrivere ad albatr0s@libero.it. Gli "orrori" saranno pubblicati ed esposti al  “pubblico ludibrio”.


Nessun commento: