Visite dal primo febbraio 2017

mercoledì 28 dicembre 2016

Far la barba al palo


I lettori sportivi, in particolare i "calciofili", dovrebbero conoscere questo modo di dire - ancora in uso, sia ben chiaro - che in senso figurato significa "trovarsi al limite di una situazione difficilissima e che può avere pericolose conseguenze, con il rischio di superare la 'barriera della legalità' ". L'espressione - e i lettori sportivi, dicevamo, dovrebbero conoscerla - si fa risalire al gioco del calcio: indica, comunemente, il passaggio della palla rasente il palo delle porte, con il gravissimo pericolo che vi possa entrare "danneggiando", in tal modo, il gioco della parte avversa. La locuzione, c'è da dire, ha anche un'altra origine - piú antica - che ci riporta al mondo contadino. Con tale espressione - nel gergo contadino - si indicava il tentativo di impossessarsi del terreno altrui spostando di poco, ma in continuazione, i paletti che delimitavano i confini dei diversi appezzamenti.
***
La parola proposta da questo portale e ripresa dal Treccani è:  gutto.  Sostantivo maschile con il quale si indica un vaso d'argilla, di legno o di altro materiale. Si veda anche qui.

Nessun commento: