mercoledì 28 settembre 2022

Malevolo e benevolo


N
avigando in Internet abbiamo scoperto che buona parte delle persone di cultura ritengono che si dica malevole e non, correttamente, malevolo.

Credono, insomma, che l'aggettivo in oggetto appartenga alla seconda classe, come facile, per esempio e abbia, quindi, un'unica desinenza, tanto per il maschile quanto per il femminile (-e, maschile e femminile singolare; i, maschile e femminile plurale).

No, la forma corretta è malevolo perché viene dall'aggettivo latino malévolus, della seconda declinazione, e la desinenza -us latina si tramuta normalmente nella terminazione -o del maschile italiano. È, quindi, un aggettivo della prima classe, come buono, le cui desinenze sono -o e -i per il maschile singolare e plurale, -a e -e per il femminile singolare e plurale.

Diremo, quindi, uno scritto malevolo, con il plurale malevoli e una critica malevola con il plurale malevole. Identico discorso per benevolo.


***

La lingua "biforcuta" della stampa

DOPO L'EMERGENZA

Covid, dall’1 ottobre via le mascherine: ci siamo lasciati definitivamente alle spalle la pandemia?

-----------------

Correttamente: dal 1 ottobre. Il perché lo spiega la Crusca: Le indicazioni comprendenti anche mese e giorno sono introdotte modernamente da un articolo maschile singolare: «il 20 settembre 1870»". Per estensione, si può aggiungere che, nel caso di una data come 11/10/1989, l'articolo che vi si anteporrà sarà l' (seguendo la pronuncia della data: l'undiciottobre millenovecentoottantanove); stessa regola vale per le date che iniziano con 1: anche per queste, si considera il modo in cui tali date vengono pronunciate e quindi si scriverà il 1/2/2003 (cioè il primo febbraio duemilatré). Infatti, come specifica Serianni, "Per i giorni del mese si usa l'ordinale per il giorno iniziale [...], ma il cardinale per i giorni successivi, siano o non siano accompagnati dal giorno del mese [...]."

*

Elezioni Lazio, ecco i perdenti, con qualche sorpresa: sconfitti Cirinnà e Bonino

-----------------

Se non cadiamo in errore, Cirinnà e Bonino sono due... donne, quindi, correttamente: sconfitte.




(Le immagini sono riprese dalla Rete, di dominio pubblico, quindi. Se víolano i diritti d'autore scrivetemi: saranno prontamente rimosse)

1 commento:

falcone42 ha detto...

Da "La Ragione" di oggi:
"Da ultimo per una foto dallo spazio, con il comandante Cristoforetti ..."
Se non sbaglio, anche Samantha Cristoforetti è una donna!