lunedì 1 aprile 2013

«Grazie a...»: complemento di causa?



Dalla rubrica di lingua del quotidiano la Repubblica in rete:

luca scrive:
Nella frase: la squadra ha avuto una bella occasione con l’attaccante,si può ritenere complemento di mezzo “con l’attaccante”? Grazie

 linguista scrive:
Sì. In alternativa si può considerare complemento di causa = ‘grazie all’attaccante’.

Fabio Ruggiano

-------------------

Il Prof. Ruggiano ci perdonerà, ma dissentiamo totalmente. L’interiezione “grazie” esprime riconoscenza, ringraziamento, gratitudine e simili. Come può introdurre – a nostro modestissimo avviso – un complemento di causa? “Con l’attaccante” si può considerare, in alternativa, un complemento concessivo o un complemento di circostanza.

* * *


Perché si tirano le orecchie il giorno del compleanno?

Sul perché si tirano le orecchie il giorno del compleanno esistono diverse ipotesi.

La prima dice che quest'usanza deriva da un'antica credenza, la quale sostiene che tirando le orecchie si ricordasse al festeggiato lo scorrere del tempo; poiché per gli antichi la memoria risiedeva appunto nel padiglione auricolare.
La seconda ipotesi, sempre derivante da una credenza popolare, dice invece che il naso e le orecchie si allungassero con l'avanzare dell'età (basti pensare al rilasciarsi dei tessuti con l'invecchiamento della pelle), e quindi tirando le orecchie si contribuisse al loro allungamento. Lo si faceva per augurare al festeggiato giudizio e maturità nella presa di decisioni.

(www.sapere.it)

-----
Sarebbe  meglio dire gli orecchi in quanto l'espressione fa riferimento proprio all'organo dell'udito. Il femmimile orecchie si adopera in senso figurato: le orecchie della pagina. 











1 commento:

Angela d'A S ha detto...

Invece io sono pienamente d'accordo. Grazie a può indicare causa (in virtù di). Non ci si deve sclerotizzare sul senso primo della parola grazie e sulla lucozione ''gracias a la vida'' (grazie alla vita). Si può usare specie in poesia se serve a dire, in maniera più eufonica, a causa di qualcosa e (anche) per merito di, in virtù di ... noi siamo xyz