Visite dal primo febbraio 2017

venerdì 21 maggio 2010

Dar del fieno alle oche



Questo modo di dire ha lo stesso significato dell’altro, forse piú conosciuto, “portar vasi a Samo”, vale a dire fare una cosa inutile, perdere solamente del tempo che potrebbe essere impiegato in cose o attività piú redditizie. L’isola greca di Samo, nell’Egeo, nell’antichità era famosissima per i suoi vasi di ceramica verniciati di un rosso lucido, i “vasa samia”, lavorati magistralmente dagli artigiani che li esportavano in tutto il mondo allora conosciuto. Chi portava vasi a Samo faceva, quindi, una cosa “perfettamente inutile”. Come coloro che danno del fieno alle oche, le quali non mangiano erbe secche: si fa presto a darglielo, ma si butta via del tempo, tanto è vero che l’espressione ha assunto anche il significato di “gingillarsi”, “trastullarsi”. Il Gherardini, nel supplemento al suo vocabolario, alla voce in oggetto (vale a dire al motto “dar del fieno alle oche”, ndr) spiega: “Fare cosa di nessuna difficoltà, cose da non richiedere né ingegno né coraggio, siccome è di fatto il dare il fieno alle oche” e cita il solo esempio dell’Aretino in “Rime burlesche” (3.33): “ ‘ch’altro è saper dare all’oche il fieno. E altro è tracannar l’acqua dal legno; e altro è lo scarcare un corpo pieno’

* * *

Dalla rubrica di lingua del Corriere della Sera in rete:
si potrebbe ... si potrebbero ...
Caro De Rienzo,
ho scritto "si potrebbe scrivere una ventina di cartelle".
Mi è sorto il dubbio: dovevo scrivere "si potrebbero scrivere ..."?
L'accordo è sulla ventina o sulle cartelle?
Mi dica. Grazie.
(Firma)
Risposta del linguista:
De Rienzo Giovedì, 20 Maggio 2010
Si potrebbe scrivere una ventina di cartelle.
-----------------------
Gentile Professore, ventina significando “composto di circa venti unità” si può considerare un nome collettivo e in quanto tale l’accordo si può avere tanto con ventina quanto con cartelle.

* * *

Esiste il verbo “sblusare”? E se se esiste che cosa significa?
Si clicchi su:
http://www.treccani.it/Portale/sito/lingua_italiana/domande_e_risposte/lessico/lessico_220.html


* * *

Un'altra parola della nostra lingua da salvare: l'aggettivo TOSTANO. Significa presto, rapido, veloce, sollecito, subitaneo. Sembra derivi dall'aggettivo "tosto" con passaggio di significato da "saldo" a quello di "subito" con l'aggiunta del suffisso "-ano".


* * *

Gentile dott. Raso,
sento spesso l’espressione “fare un putiferio”, oppure “è successo un putiferio” per indicare un litigio, un parapiglia, una scenata e simili. Ma cos’è questo putiferio?
Grazie
Pasquale U.
Salerno
-------------------
Cortese Pasquale, le “risponde”, per me, il linguista Ottorino Pianigiani:
http://www.etimo.it/?term=putiferio

Nessun commento: