Visite dal primo febbraio 2017

martedì 23 gennaio 2018

"Sono" seduto o "ho" seduto? Dipende...


Stupisce il constatare che i "sacri testi" (grammatiche e vocabolari) in nostro possesso indichino solo il verbo essere da adoperare per la coniugazione dei tempi composti del verbo "sedere". Sí, d'accordo, il verbo sedere, come buona parte dei verbi intransitivi, prende l'ausiliare essere: sono andato; sono uscito; sono seduto. Ci sono dei casi, però - non riportati, come dicevamo, nei testi grammaticali - in cui il verbo in questione prende l'ausiliare "avere". Quando sedere vale "occupare un posto"; "svolgere una funzione"; "prendere parte"; "rivestire una carica" e simili: Tizio e Caio hanno seduto in Parlamento per due legislature; Giovanni ha seduto in presidenza fino alla quiescenza. Sedere, del resto, non è parente di "presiedere"? E questo, intransitivo, con le varie accezioni (coordinare, sovrintendere, dirigere e simili) non richiede l'ausiliare avere? Caio e Sempronio hanno presieduto ai lavori della prima riunione della commissione. Il verbo sedere coniugato con l'ausiliare "avere" si trova, peraltro, in queste pubblicazioni.

1 commento:

Anonimo ha detto...

1) Stando al Treccani online il verbo presiedere può essere intransitivo E transitivo
2) Le pubblicazioni inerenti al verbo sedere transitivo (avere seduto) risalgono quasi tutte ai tempi di... Noè.