Visite dal primo febbraio 2017

mercoledì 3 gennaio 2018

Le cartEstraccE e le cartapecorE


Gentilissimo dott. Raso,
nell'augurarle un felicissimo 2018 e nel ringraziarla per le sue preziose noterelle - che hanno permesso a mio figlio di apprendere alcuni "segreti" della lingua italiana (per usare le sue parole) - mi permetto porle un quesito al quale i vocabolari consultati non hanno dato risposta. Perché "cartastraccia" nella forma plurale fa "cartestracce", cambia, cioè la desinenza di entrambi i nomi e "cartapecora" fa, invece, "cartapecore" cambiando la terminazione solo del secondo sostantivo? Entrambi i nomi non sono composti con "carta"? La ringrazio in anticipo e resto in attesa di una sua cortese risposta.
Erminio P.
Savona

------------------

Cortese Erminio, la ringrazio e ricambio gli auguri. Quanto al suo quesito la risposta va ricercata nella norma che regola la formazione del plurale dei nomi composti. Se il nome composto è formato da un sostantivo e da un aggettivo nel plurale cambia la desinenza di entrambi i componenti. Da cassaforte, infatti, abbiamo "casseforti" (cassa, sostantivo e forte, aggettivo); da cartastraccia, "cartestracce" (carta, sostantivo e straccio, aggettivo). Se, invece, il nome composto è costituito di due sostantivi dello stesso genere (tutti e due maschili o tutti e due femminili) nella forma plurale muta la desinenza solo il secondo sostantivo  (carta, sostantivo femminile; pecora sostantivo femminile). In base a questa norma abbiamo, quindi, la cartapecora, le cartapecore; la cartacarbone, le cartecarbone (essendo il secondo elemento  di genere diverso  cambia il primo sostantivo).

***
La parola proposta da questo portale: zopissa. Sostantivo femminile con il quale si indica un medicamento empirico (il cosí detto rimedio della nonna) per la cura delle piaghe.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Erminio non avrebbe dovuto cercare spiegazioni sul plurale dei nomi composti sui vocabolari, ma su uno dei tanti testi di grammatica italiana disponibili anche online (vedere sito Accademia della Crusca, Focus, ecc.).