Visite dal primo febbraio 2017

lunedì 1 agosto 2016

C'è treno e... treno

Ecco una parola omofona (stessa pronuncia) e omografa (stessa grafia) ma con significati e "origini etimologiche" diversi: treno. Nell'accezione di "convoglio ferroviario" (quella più nota) viene dal francese, mentre nel significato, poco conosciuto (perché di uso prettamente letterario), di "lamento funebre", proviene dal greco. Vediamo ciò che dice, in proposito, Ottorino Pianigiani. Per altri significati  "secondari" si veda anche qui.

-----------------
 Nel mese di agosto questo portale potrebbe non essere "aggiornato" regolarmente.


2 commenti:

Otto ha detto...

Gent. Dott. Raso, sto facendo un lavoretto sull’etimologia delle parole italiane e ho bisogno del suo aiuto. Come mai da pace scaturisce paciere (con la i)?
Grazie dell’attenzione.
Otto

Fausto Raso ha detto...

Gentile Otto,
spero di spiegarmi (l'argomento è un po' complesso...).
Le vocali "e" e "o" dittongano in "ie" e "uo" nei nomi derivati (pàce / pacière) quando l'accento tonico cade sulle suddette vocali (morire / muòio). Veda anche qui, forse è più chiaro.
Cordialmente
FR