Visite dal primo febbraio 2017

domenica 15 maggio 2016

L'ablutofobia

Cortese dott. Raso,
 per caso mi sono imbattuto nel suo meraviglioso blog: cercavo una regola grammaticale. Ho visto che risponde anche ai quesiti. Ne approfitto per sottoporgliene uno. Mio figlio, grandicello (10 anni), ha una tremenda paura dell'acqua; tutte le volte che deve fare il bagno sono... dolori: piange e si dimena. La domanda è: c'è un termine per indicare questa "malattia" (paura del bagno)? Ho consultato tutti i vocabolari in mio possesso senza venirne a capo perché, onestamente, non so che voce cercare. C'è, dunque, un termine che fa alla bisogna?
Grazie in anticipo.
Giovanni T.
 Forlì
-----------
Sí, gentile Giovanni, c'è un termine, non registrato da tutti i vocabolari dell'uso perché prettamente "scientifico": ablutofobia. È un sostantivo femminile ibrido perché composto con il verbo latino "abluere"  (lavare) e la voce greca "fobos" (timore, paura, panico), letteralmente significa "paura di lavarsi".

Nessun commento: