Visite dal primo febbraio 2017

martedì 22 marzo 2016

Gli «antifurto» e gli «antipapi»

Saremmo veramente felici se qualche linguista "doc", qualora si imbattesse in questo sito, ci spiegasse perché buona parte dei vocabolari dell'uso - se non tutti - attesta (o, se preferite, attestano) il sostantivo  "antifurto" invariabile e "antipapa", invece variabile: l'antifurto, gli antifurto; l'antipapa, gli antipapi. Eppure i due sostantivi sono formati con lo stesso prefisso "anti-" (che significa "avversione", "contro", "opposizione") e un nome maschile singolare.  Perché questa disparità di "trattamento linguistico"? Da parte nostra, amici, diremo e scriveremo, sempre, per esempio (e a costo di attirarci gli strali di coloro "che fanno la lingua"), che «tutti gli appartamenti hanno gli antifurti». Voi, cortesi blogghisti...

***

La parola che proponiamo è: rinenchite. Che cosa sta a indicare? La siringa per fare le iniezioni nel naso. Sostantivo femminile.

Nessun commento: