Visite dal primo febbraio 2017

martedì 22 dicembre 2015

Tenere il sacco

Il modo di dire che avete appena letto ha perso il significato originario che valeva "aiutare chi ruba" per acquisire - sempre in senso figurato - quello di "essere complice di qualcosa di poco pulito" e in quest'accezione si adopera anche l'espressione "tenere mano". Ma vediamo l'origine della locuzione "primitiva" secondo le solite note linguistiche al "Malmantile racquistato": «Tenere il sacco; tenere di mano, aiutare qualcuno a commettere un delitto, abbiamo un proverbio che dice: tanto ne va a chi ruba, tanto a chi tiene il sacco e viene da quei ladri che s'accordano a rubare le biade, quando sono esposte sull'aia; poiché per far presto, uno di loro tiene il sacco, e l'altro ve le pone dentro».

***

A proposito del plurale delle parole che finiscono in "-gia", la nota d'uso di "Sapere.it" (De Agostini) recita: «La regola tradizionale per formare il plurale di parole che finiscono con -gia dice che se la finale è preceduta da vocale il plurale mantiene la i; quindi grattugie. Tuttavia questa i non viene pronunciata, e se nel singolare serve a indicare la pronuncia palatale di g (come in giallo) davanti ad a, nel plurale perde questa funzione perché g si trova davanti a e. Per questa ragione la i tende a scomparire dalla scrittura e ormai si ammettono entrambe le forme. Bisogna anche ricordare che la forma *grattuggia, con due g, è scorretta».
------------
Dissentiamo totalmente. Seguendo questo ragionamento dovremmo togliere l' h alle prime tre persone singolari e alla terza plurale del presente indicativo del verbo avere. Chi ama la lingua segua la regola e scriva grattugie. Purtroppo buona parte dei vocabolari...


***
Proponiamo all'attenzione dei lessicografi un neologismo atto a indicare un'infiammazione ai denti: dentite. Esiste, è vero, il termine "odontite", ma ha tutt'altro significato. Dentite ci sembra perfetto essendo formato con il suffisso "-ite" che nel linguaggio medico vale "infiammazione". Come si ha polmonite, epatite, faringite, colite ecc. cosí si può avere benissimo "dentite".




Nessun commento: