Visite dal primo febbraio 2017

giovedì 22 ottobre 2015

Guardare: intransitivo?

Pregiatissimo dott. Raso,
 seguo il suo blog da qualche giorno avendolo "scoperto" per caso. Ho visto che risponde anche ai quesiti che le pongono i lettori. Ne approfitto, quindi, anch'io. Vorrei sapere se si può adoperare il verbo "guardare" seguito dalla preposizione "a" (semplice e articolata). Il suddetto verbo non è transitivo? Come può reggere, dunque, un complemento indiretto? Sento spesso, infatti, frasi tipo "occorre guardare al futuro con più ottimismo". È corretto questo tipo di proposizioni?
 Grazie e cordiali saluti.
 Lorenzo T.
 Ascoli Piceno

--------------
Gentile Lorenzo, il verbo guardare può essere sia transitivo sia intransitivo. È intransitivo e si fa seguire dalla preposizione "a" quando sta per "badare", "prestare attenzione" e simili: guarda a dove metti i piedi. Per una risposta piú esaustiva "passo la parola" al vocabolario Treccani in rete. Clicchi qui.

Nessun commento: