Visite dal primo febbraio 2017

martedì 3 marzo 2015

Il coraZZiere e il poliZiotto


Pregiatissimo Dott. Raso, mio figlio (I media) sbaglia le parole con la "z", la raddoppia sempre e ciò, naturalmente, è causa di insufficienza nei componimenti. C'è un "sistema" che possa aiutare a capire quando la predetta consonante deve essere raddoppiata? Perché, per esempio, corazziere prende la doppia zeta al contrario di poliziotto? La ringrazio di cuore, fin da ora, se potrà aiutarmi in merito e nel contempo le faccio i miei complimenti per il suo impareggiabile "servizio".
 Cordialmente
Vito D.
 Genova
---------
Gentile Vito, le segnalo una semplice regoletta. Si ha doppia zeta (zz) davanti a vocale semplice: corazza, pazzo. Si ha una sola zeta (z), invece, davanti a due vocali: azione, abbazia. Le eccezioni sono quasi inesistenti: razzìa e pochissime parole derivate da altre che al loro interno ne contengono due per la “regola” sopra citata: pazzia (da ‘pazzo’); corazziere (da ‘corazza’). Abbiamo, per tanto, poliziotto (con una sola "z") perché dopo la consonante zeta ci sono due vocali (io); corazziere, con due (anche se dopo la consonante suddetta ci sono due vocali), perché deriva da corazza.

A proposito di doppia zeta: guardate e leggete qui.

Nessun commento: