Visite dal primo febbraio 2017

giovedì 15 maggio 2014

Essere stufo



Se la memoria non ci inganna la locuzione in oggetto è stata trattata tempo fa; la riproponiamo (eventualmente) perché ci è stata espressamente richiesta da un cortese blogghista che non desidera “comparire”. L’espressione – caro amico – significa “essere stanco” ma anche e soprattutto “essere infastidito, stizzito” e ha uno strettissimo rapporto con la… stufa. Andiamo con ordine per vedere come si è arrivati – attraverso un passaggio semantico – dalla stufa alla… “seccatura”. La stufa, dunque, è parola greca tratta dal verbo “tipho”,  ‘mando vapore’, ‘mando fumo’ e il fumo – si sa – è un “puzzo”. Dal verbo “stufare”, dunque, è nato l’aggettivo “stufo” con l’accezione di ‘stanco’, ‘nauseato’, ‘scocciato’, ‘infastidito’ e simili. Perché? È presto detto. Sotto il profilo etimologico “stufo” (come abbiamo visto) significa “sommerso dal fumo” e in senso lato, dunque, ‘seccato’, ‘annoiato’, ‘stanco’, ‘infastidito’ (dal puzzo del fumo).

***

Gentile Professore, sono uno straniero (sono lituano) e ho una grande voglia di imparare meglio a parlare italiano. Da tanto tempo mi tormenta una domanda e nessun italiano può rispondermi chiaramente. Si dice "Grazie di tutto!" però non ho sentito dire "Grazie PER tutto!". Se dire così non si può allora vorrei sapere o ci sia una regola o ci sia solo un'abitudine. La ringrazio in anticipo.
 Con distinti saluti,
(Firma) 
località non specificata

----------

Si può dire sia "grazie di tutto" (ciò che fai/hai fatto) sia "grazie per tutto" (ciò che fai/hai fatto). Dipende dal gusto personale.

Nessun commento: