Visite dal primo febbraio 2017

venerdì 7 marzo 2014

L' «accidente» grammaticale

Probabilmente molte persone, tra coloro che ci onorano della loro attenzione, si imbattono per la prima volta in questo termine perché i sacri testi lo ignorano o quasi. I grammatici, dunque, chiamano accidente o modificazione flessionale il cambiamento morfologico cui sono soggette le cinque parti variabili del discorso (articolo, nome, aggettivo, pronome e verbo). Vediamo qualche esempio. Per quanto attiene al verbo, esso ha quattro accidenti perché il tema varia secondo il modo (indicativo, congiuntivo, condizionale, infinito), il tempo (presente, passato, futuro), la persona (prima, seconda, terza ecc.) e il  numero (singolare, plurale). Il nome o sostantivo ha due principali accidenti: il genere (maschile, femminile) e il numero (singolare, plurale).
E a proposito di accidente, è bene ricordare ai soliti soloni della lingua che questo termine si può adoperare benissimo come sinonimo di incidente: l'accidente ferroviario avvenuto sulla linea Cosenza-Catanzaro.

Nessun commento: