Visite dal primo febbraio 2017

domenica 29 dicembre 2013

Balbutire

Cortese dott. Raso,
ho urgente bisogno del suo insostituibile aiuto. Mi occupo di traduzioni. Mi occorre un sinonimo di tartagliare. Ho già adoperato “balbettare”. Non vorrei ripetere sempre gli stessi verbi, però. Può darmi una mano? La ringrazio anticipatamente e le auguro, come suol dirsi, una buona fine e un buon principio d’anno.
Cordialmente
Giovanni T.
Oristano
--------------------
Gentile Giovanni, la ringrazio della sua stima e ricambio gli auguri. Può adoperare un verbo poco noto e, quindi, quasi mai usato: balbutire. Il piú conosciuto  è “balbettare” ma, stranamente, è di uso letterario.  Faccia attenzione alla coniugazione perché segue la flessione del verbo finire, prende, cioè, l’infisso “-isc-“ tra il tema e la desinenza: io balbutisco (non segua le indicazioni della “Scuola elettrica”).  Si può adoperare anche transitivamente: il ragazzo, commosso, balbutì poche parole.


Nessun commento: