Visite dal primo febbraio 2017

giovedì 20 dicembre 2012

Una punizione orbiliana

Una volta tanto siamo d’accordo sulla scelta dei lessicografi, della (quasi) totalità dei vocabolari, di aver relegato nella soffitta della lingua l’aggettivo “orbiliano”. Perché siamo d’accordo? Perché questo aggettivo ricorda i tempi in cui nelle scuole erano consentite le punizioni corporali, non degne di un Paese civile. Orbiliano, dunque, significa “manesco”, “corporale” e simili. È tratto dal nome del grammatico latino Lucio Orbilio Pupillo, precettore di Orazio. Questo maestro non si faceva scrupoli di ricorrere alla sferza sui propri alunni, per… “educarli”.


http://it.wikipedia.org/wiki/Lucio_Orbilio_Pupillo  

Lessico universale italiano - Volume 15 - Pagina 412


Umberto Bosco - 1968 - Visualizzazione snippet - Altre edizioni


L'uso delle punizioni corporali nella scuola, che fu proprio del grammatico latino Orbilio. orbiliano agg., non com. - Che imita o ricorda i rudi modi educativi propri del grammatico latino Orbilio: punizioni o., nella scuola, corporali, manesche.

Nessun commento: