Visite dal primo febbraio 2017

mercoledì 12 dicembre 2012

È vietato di sostare...



Gentilissimo dott. Raso,
durante una passeggiata domenicale mi sono imbattuto in un cartello affisso a un portone “istituzionale” e che ha richiamato la mia attenzione: «È vietato di sostare davanti al portone». Io ho sempre detto e sentito “è vietato sostare”, senza la preposizione “di”. La scritta sul cartello non è, dunque, errata? O si può dire? Mi faccia capire, la prego.
Grazie e cordialità
Silvio T.
Ragusa

----------------------

Cortese amico, la scritta sul cartello è perfettamente in regola con le leggi grammaticali anche se, personalmente, preferisco omettere la preposizione “di”. La regola grammaticale stabilisce che davanti a un verbo di modo infinito, in funzione di soggetto, la preposizione “di” si può omettere o no. Dipende esclusivamente dal gusto stilistico del parlante o dello scrivente. Quindi: è vietato sostare o è vietato di sostare. Io sono per l’omissione della preposizione perché questa “sa” di francesismo.

Nessun commento: