Visite dal primo febbraio 2017

domenica 30 dicembre 2012

Baldoria di Capodanno

Ci siamo. Domani è l’ultimo giorno del 2012, molti giovani stanno contando le ore che mancano all’arrivo del nuovo anno per salutarlo “scatenandosi” in una gioiosa baldoria. Ma cos’è questa baldoria? Propriamente il termine indica “allegrezza”, “felicità”, “gioia” ma soprattutto “allegria rumorosa”. Il vocabolo proviene dall’antico tedesco “bald” (ardito, fiero, coraggioso) con il quale si indicava un giovane molto fiero, coraggioso in quanto dentro di sé “ardeva”. E colui che ‘dentro’ arde è festoso, allegro, arde come il fuoco che si fa per festeggiare qualche lieto avvenimento. L’espressione “far baldoria”, ci fanno sapere le note linguistiche al «Malmantile racquistato» (un poema burlesco) indica, infatti, «un fuoco acceso in occasione di feste». In senso metaforico, quindi, tutti coloro che fanno baldoria per la ricorrenza di qualche festa non fanno altro che… “accendere un fuoco”.


http://www.dizionario.org/d/index.php?pageurl=baldoria&searchfor=baldoria&searching=true

Nessun commento: