Visite dal primo febbraio 2017

domenica 1 aprile 2012

«Tal'altro»? Giammai!






Ancora una perla dei redattori che hanno “ritoccato” il Dizionario della lingua italiana di Aldo Gabrielli. Nell’edizione in rete (non abbiamo quella cartacea), come potete vedere, apostrofano il pronome indefinito ‘tale’:
talaltro
[ta-làl-tro]
o tal'altro
pron. indef.
Qualche altro (in correlazione con talùno e con talvòlta): taluno gridava, t. taceva; talvolta inganna il tempo giocando, talaltra leggendo.

Il grande Maestro, nel suo “Dizionario Linguistico Moderno”, scrive: «Tale quando si tronca in ‘tal’ (…) non richiede mai l’apostrofo dinanzi a parola che comincia con vocale: tal altro, tal amore, tal e quale, tal ira, tal orrore, tal umiliazione; errore è quindi scrivere, come invece spesso si vede, “tal’altro”, “tal’e quale” ecc». Povero Prof. Gabrielli, si starà rivoltando nella tomba.

Nessun commento: