Visite dal primo febbraio 2017

sabato 7 aprile 2012

«Quisquiglia»? No, «quisquilia»






Siamo stupiti, e ci dispiace veramente, di dover constatare che uno dei piú autorevoli vocabolari della lingua italiana, il “Treccani”, attesti “quisquiglia” come variante della forma corretta “quisquilia”. Dal “Treccani” in linea: «quisquìlia (o quisquìglia) s. f. [dal lat. quisquiliae -arum, propr. «immondezza, feccia»]». Se il termine, come è bene specificato, proviene dal latino “quisquiliae”, senza la ‘L’, non capiamo come si possa giustificare quel digramma “gl”. Il DOP, Dizionario di Ortografia e di Pronunzia, alla voce in oggetto, recita testualmente: “Non quisquiglia”. C’è da dire, però, che il Treccani non è solo, gli fanno buona compagnia lo Zingarelli e il GRADIT.

http://www.etimo.it/?term=quisquilia&find=Cerca

5 commenti:

Gianni ha detto...

Cortese dottor Raso, profitto dell'assonanza e della sua squisita gentilezza per aver chiarito un dubbio: familiare oppure famigliare?

Fausto Raso ha detto...

Gentile Gianni,
Nell’uso entrambe le grafie sono corrette. Volendo scrivere (e parlare) “bene”, però, inseriremo il digramma “gl” (famigliare) per i parenti e per gli aggettivi che si riferiscono a questi: i miei famigliari; gli affetti famigliari. Con la sola “l” (familiare) l’aggettivo che sta per noto, conosciuto e simili: questo luogo mi è familiare. Useremo lo stesso criterio per i sostantivi familiarità e famigliarità, facendo attenzione a non inserire la vocale “e” tra la “i” e la “t”. Famigliarietà e familiarietà sono grafie errate.

Andrea ha detto...

Gentile dott. Raso,
le vorrei fare due domande su 'quisquiglia':
- non trova normale il passaggio lj > gli? Penso a 'figlio', 'famiglia' ecc.;
- non crede che -gli- sia un trigramma? Io penso siano trigrammi anche quelli di 'figlio', 'famigliare', famiglia' ecc.
La ringrazio per l'attenzione e per l'eventuale risposta.
Con i miei migliori saluti,
Andrea

Fausto Raso ha detto...

Cortese Andrea,
la sua domanda è di competenza di un fonetista. La giro, quindi, a chi si interessa prettamente di fonetica.

Gianni ha detto...

Grazie, Dottor Raso. Da lei c'è sempre molto da imparare.