Visite dal primo febbraio 2017

martedì 27 marzo 2012

«Svignarsela»


Siamo sicuri di non essere lontani dalla “verità” se affermiamo che molte persone, anche quelle cosí dette acculturate, sono convinte – erroneamente – che il verbo ‘svignare’ (‘svignarsela’), vale a dire abbandonare un posto, darsela a gambe, sia di origine dialettale romana. Non è affatto cosí, per l’appunto. Quest’espressione, o meglio questo verbo proviene, con molta probabilità, proprio dalla… vigna, dal latino “vinea”. Nel XVIII secolo il verbo svignare era interpretato nel senso di “fuggire furtivamente dalla vigna” (‘s’ negativo e ‘vigna’) dopo aver rubato l’uva. Con il passare del tempo – attraverso un’evoluzione semantica – il verbo in oggetto ha acquisito l’accezione a tutti nota: abbandonare un luogo, appunto. C’è da dire, però, che il linguista Ottorino Pianigiani dissente su questa tesi e propende per l’origine germanica del verbo. Si veda il collegamento in calce.

http://www.etimo.it/?term=svignare&find=Cerca


* * *

Segnaliamo un sito che potrebbe interessarvi (un vocabolario e altro...)

http://www.strumentidiinternet.com/app/dictionary/it?camp_id=4609&gclid=CMLarOeaha8CFcjO3wodST4D4g

2 commenti:

Luigi Putrino ha detto...

Gentile Dott Raso
mi scusi se approfitto di questo spazio per porle un quesito di natura diversa, ma non riesco a trovare un modulo per contattarLa. Sto svolgendo una tesi sulla manipolazione dell'informazione su una testa giornalistica, nella mia analisi ho riscontrato un ricorso all'uso degli epiteti dell'epica medievale, nella descrizione dei personaggi criminali internazionali, come bin Laden ad esempio. Oltre ad aver sottolineato questa cosa la mia docente mi ha chiesto di inserire un riferimento con citazione di qualcuno che abbia trattato l'argomento, ovvero l'uso di epiteti nel giornalismo, mi chiedevo se ne sapesse qualcosa e potesse consigliarmi qualche riferimento bibliografico sull'argomento.

Fausto Raso ha detto...

Qualche amico blogghista può aiutare questo laureando?