Visite dal primo febbraio 2017

martedì 28 febbraio 2012

Regole fantasma

Nel foro di discussione linguistica in rete, “Cruscate” (di cui diamo il collegamento in calce), c’è un filone titolato “Regole fantasma”, regole, cioè, apprese fin dalla scuola elementare, ma che non hanno alcun fondamento, come, per esempio, il considerare errata la locuzione “ma però”. A questo proposito ci piace metterne in evidenza una, che ci sta particolarmente a cuore: «Errato l’uso di colui e di colei se non sono seguiti dal pronome relativo (colui che, colei che)». E dove sta scritto? È un uso legittimo tanto in funzione di soggetto quanto in funzione di complemento, avallato da scrittori di ieri e di oggi. Uno per tutti, il principe degli scrittori, Alessandro Manzoni: «… non ci pensiam piú a colui?» domanda donna Prassede a Lucia; il ‘colui’, forse è superfluo ricordarlo, è Renzo.


http://www.achyra.org/cruscate/viewtopic.php?t=2813


http://www.achyra.org/cruscate/viewtopic.php?t=2814&postdays=0&postorder=asc&&start=0


* * *

Piovere a ritrecine


Forse pochi conoscono quest’espressione che significa “piovere a dirotto” in quanto è quest’ultima la piú adoperata e conosciuta. Si dice cosí, dunque, perché i massicci rovesci d’acqua sono simili a quelli sollevati e riversati dai ritrecini, cioè dalle pale curve dei vecchi mulini ad acqua. Lo stesso termine si adopera nella locuzione “andare a ritrecine”, cioè in rovina.



http://www.etimo.it/?cmd=id&id=14917&md=0c222310288f2f98dec2d6d835cca164





4 commenti:

Giovanna ha detto...

Gentile Dottor Raso,
può gentilmente confermarmi se "ritrecine" e "ritrecino" hanno lo stesso significato?
L'espressione "essere un ritrecino" significa "mangiare molto, continuamente e con ingordigia".
Il "ritrecine" è anche una rete usata dai pescatori.
Grazie e cordiali saluti

Giovanna ha detto...

Non escludo, Dottor Raso, che "colui" e "colei" usati in funzione di complemento abbiamo un certo valore dispregiativo.
Non sembra anche a Lei?

Quanto alle "regole fantasma" citerei anche "qual'è", di cui posso affermare con certezza che è stato considerato corretto soltanto se scritto con l'apostrofo da molti insegnanti e per molti anni.

Cordialmente

Fausto Raso ha detto...

Cortese Giovanna,
i vocabolari in mio possesso non attestano "ritrecino", credo sia una variante disusata di "ritrecine". Una ricerca con Googlelibri, se non cado in errore, mi conforta nella mia ipotesi. Credo di poter dire, quindi, che "ritrecine" e "ritrecino" hanno lo stesso significato.
Con viva cordialità

Fausto Raso ha detto...

Gentilissima Giovanna, purtroppo anche molti docenti universitari ritengono che la grafia corretta sia "qual'è" (con tanto di apostrofo). In compenso, però, conoscono 'alla perfezione' la lingua della perfida Albione.
C'è di che meditare...
Cordialità