Visite dal primo febbraio 2017

domenica 6 giugno 2010

"L'erbe"? Perché no!









Da "Domande e risposte" del "Treccani" in rete:

Vorrei sapere se scrivere “l’elezioni” è errato oppure è soltanto una forma arcaica, non più usata ma egualmente corretta.

Mentre l’articolo determinativo femminile al singolare può presentarsi, davanti a vocale, anche nella forma piena (la amata, la epoca, ecc.), che, peraltro, la norma preferirebbe evitare a vantaggio della variante elisa (l’amata, l’epoca), al plurale, come scrive Luca Serianni nella sua grammatica Italiano (garzantina), «le è di uso generale. Già cinquant’anni fa [oggi gli anni sono diventati settanta, ndr] Bruno Migliorini osservava che “la forma apostrofata comincia a prendere una sfumatura di sostenutezza, di pretenziosità, o viceversa di pronunzia plebea: l’armi […], l’ali sanno di letterario, l’ernie di troppo popolare».
-------------

Noi non saremmo così perentori. L'articolo determinativo plurale "le" si può benissimo apostrofare (ma non lo consigliamo) davanti a parole che cominciano con "e": l'erbe, l'elezioni, l'edere; è errato apostrofare "le" davanti a parole che cominciano con le altre vocali: *l'ombre; *l'armi; *l'oche; *l'idi; *l'unghie.


* * *

Un consiglio del linguista Luciano Satta sul "simposio" (linguistico, ovviamente)

Ma sì. diciamo e scriviamo pure il "simposio" e i "simposi", anche quando si parla di convegni. L'obiezione: ma usando l'italiano sembra che i convegni abbiano mangiato e bevuto, invece di discutere, ciò che non sembra più usando il latino "symposium". Replica. Primo: non è vero che sembra. Secondo: se sembra, pace. Terzo: se sembra con l'italiano, sembra anche con il latino, dove intravediamo anzi i moderni convegnisti paludati da antichi romani dilaniare arrosti senza usare posate, bere a boccia da pingui anfore e poi fare l'orgetta con le segretarie travestite da schiave. Quarto: vorremmo sapere se proprio tutti sanno che nella versione antica ci vuole la y. Quinto: i fautori di "symposium" si arrangino con il plurale, che potrebbe essere invariabile, "i symposium"; ma allora lo scrivente si becca l'accusa di ignorante perché non ha fatto correttamente il plurale latino "symposia"; lo stesso gli accade se cerca di cavarsela con un plurale alla straniera, "i symposiums".

Nessun commento: